Viale Europa, 141
36075 Montecchio Maggiore (VI)
info@moramora.org
Tel. Montecchio M.
+39 340 8513234
Tel. Creazzo
+39 348 4203272
 
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Relazione del viaggio in Madagascar - Mahajanga 15 - 23 ottobre 2018

2018/11/08

(in coda la risposta di Don.Abel)

Carissimi soci, sostenitori ed amici,

sono molto contenta di salutarvi, dopo il mio rientro. Il viaggio, nonostante qualche piccolo inconveniente, è andato molto bene. Per gli aneddoti ed i pettegolezzi ci sentiremo privatamente, ma qui di seguito voglio relazionarvi e darvi qualche notizia.

College Victoire Rasoamanarivo:

ho trovato la scuola cui abbiamo ben contribuito in ottimo stato, durante la settimana precedente il mio arrivo, c’era stato a Mahajanga il JMG (Giornata della gioventù del Madagascar) con la presenza di decine di migliaia di giovani in città, per cui anche nella scuola. Tutte le aule sono servite all’ospitalità fino alla domenica, ma già il lunedì sera al mio arrivo moltissime persone lavoravano per la pulizia ed il ripristino.

Di nuovo c’è la costruzione di una torre per il sollevamento dell’acqua, grazie alla quale l’acqua non mancherà più, visto che ancora nel 2018 solo la notte arriva l’acqua corrente.

Inoltre, sogno di Don Abele, è in costruzione una palestra coperta, ma senza pareti, per permettere agli allievi di fare le loro ore di ginnastica senza sprofondare nel fango durante la stagione delle piogge.

La scuola in Mada comincia i primi giorni di novembre e, naturalmente, ricomincerà anche il servizio mensa, sia per chi abita troppo lontano, sia per chi, troppo povero, a casa non troverebbe un piatto di riso.

In segreteria il via vai di persone per iscrivere i ragazzi a scuola, ma anche ragazzi che vanno ad iscriversi in maniera autonoma è costante.

Come riflessione, vale la pena di ricordare che nell’anno scolastico 2012/2013 la scuola è partita con 3 classi di prima media, questo per quegli allievi è l’ultimo anno di liceo, e su 3 classi ne sono arrivate due; ottimo successo visto il forte abbandono scolastico!

La scuola è molto ben quotata, ed è tra le cinque migliori in città.

Dobbiamo anche tenere presente che tutta la struttura dà lavoro ad una quarantina di persone tra insegnanti e personale ausiliario.

Scuola San Francesco:

nella parte bassa e più povera del quartiere di Tsararano un’associazione ha abbandonato una scuola cattolica per mancanza di fondi. Dalle foto potrete vedere il suo stato. La Diocesi ha deciso di subentrare, collegandola con il College Victoire Rasoamanarivo. Le maestre stanno ritinteggiando, mentre è iniziata la costruzione della recinzione, che è l’unico modo per tenere gli alunni e la scuola stessa in sicurezza. Ora questa scuola avrà bisogno di tutto. Lì sì, temo, nessun genitore sarà in grado di versare la pur piccola retta per la frequenza scolastica.

Anche qui una dozzina di posti di lavoro.

Falegnameria Moramora:

con un primo invio di denaro e con il ricavato di una parte della vendita del container, Don Abele è finalmente riuscito a far partire la falegnameria. Mancano ancora molte attrezzature, ma quattro persone ci stanno lavorando. E sembra che gli ordini non manchino. Il progetto è di riuscire ad attivare lì una piccola scuola professionale che, con l’alternanza scuola/lavoro riesca a dare lavoro ad alcune persone creando un circolo virtuoso.

Don Abele:

Sempre indaffaratissimo, come sempre! Oltre alla Parrocchia, alle due scuole, alla falegnameria, all’insegnamento all’Università e non so quante altre attività, era stato incaricato dell’organizzazione della Giornata della Gioventù.  Organizzazione ben riuscita vista la quantità di congratulazioni e complimenti che ho visto con i miei occhi durante le mie due visite in vescovado.

In Parrocchia ho trovato un altro sacerdote (Federico), teoricamente in aiuto, ma appena arrivato e molto spaesato.

La domenica (21/10), alla fine della Messa in Cattedrale sono state comunicate le nomine dei nuovi Parroci, e Don Abele è stato nominato Parroco in Cattedrale, mentre Don Federico Parroco a Tsararano. Entro 15 gg. Devono essere effettuati i trasferimenti.

Le due guardie del corpo assegnatemi, erano molto contente di questa promozione, spiegandomi che il nostro è molto benvoluto e che l’evidente promozione è dovuta al buon lavoro svolto in tutti lavori che gli erano stati affidati.

Ora, al mio ritorno, ho saputo che il Vescovo di Mahajanga è mancato. Era malato da molto tempo, e gravissimo durante il mio soggiorno là. Non so se ciò implichi ancora dei cambiamenti per Don Abele. Aveva previsto di venire in Italia i primi mesi del 2019.

Attendiamo notizie. Per allora, cercheremo di organizzare per lui una bella festa.

Don Luca:

è un sacerdote che alcuni di voi conoscono, discepolo di Don Abele. Assieme a personalità del Madagascar ha fondato un’Associazione di diritto malgascio che si chiama TANTARAKO che ha come scopo di trasferire gli utili delle ricchezze del sottosuolo e dell’artigianato dai grandi commercianti agli abitanti della grande isola, per uno sviluppo dal basso.  L’associazione spera così di creare dei veri posti di lavoro, che rendano il giusto in Madagascar, ma anche nei paesi in cui riusciranno ad esportare i loro prodotti.

E’ ancora tutto molto in itinere, ma la cosa è molto interessante, e direi di seguirne gli sviluppi.

Ecco le notizie che riguardano la nostra associazione, durante il mio soggiorno a Mahajanga.

Al mio rientro ho visto che pochi soci hanno versato la loro quota per il 2018. Rinnovo per l’ultima volta l’invito al versamento. Naturalmente, sono ben accetti tutti i contributi; riportiamo qui di seguito il nostro nuovo codice IBAN, ex Banca Popolare di Vicenza:

INTESA SAN PAOLO SPA

IBAN: IT34 L030 6960 5391 0000 0001 673

Naturalmente porto a tutti i moltissimi ringraziamenti di Don Abele ed il suo abbraccio. Al quale unisco, immeritatamente, anche il mio.

MORAMORA, destinazione MADAGASCAR

           Igina Scaramuzza

Da: abel Célestin Andriamihaja <hajabel@yahoo.fr>
Inviato: giovedì 8 novembre 2018 05:56
A: Igina Scaramuzza
Oggetto: GRAZIE

Ciao Igina, mi piace il tuo NEWSLETTER, il testo che raconta il tuo viaggio : ottimista, oggetivo, con la verità e la simplicità: GRAZIE, per la fiducia in me, ho dimenticato di dirti che la cosa più bella in queste tutte opere è la possibilità di dare un lavoro a tante persone , ti do il numero : College et lyceé (ci sono 36 persone); Saint François d'Assise (8 persone); falegnameria (5 persone)  : 49 persone di cui più meno 75% sono sposate , hanno famiglie......facciamo vivere un centinnaio di personne cono loro salario anche se è limitato, dobbiamo seguire la griglia salariale del ministero, già qualcosa, altre scuole e azienda danno meno di quello ch'è fissato....

Ci siamo parlati ieri al telefono ma ho letto il tuo e-mail è mi dà la gioia di cominciare la giornata, GRAZIE. Ti lascio augurandoti una bella e buona giornata, spero che gli sostenitori si svegliano eche continuano ad aiutarti ad aiutarci....un abbraccio, abel