Viale Europa, 141
36075 Montecchio Maggiore (VI)
info@moramora.org
Tel. Montecchio M.
+39 340 8513234
Tel. Creazzo
+39 348 4203272
 
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Esperienza formativa malgascia

2013/09/05

L'esperienza in madagascar della famiglia Imboccioli di Creazzo

Scrive marco...

Carissimi amici,

 

le giornate di Don Abele sono sempre piene e mi chiedo come mai non perda un po' di peso tra una corsa e l'altra!  *:) Heureux

Quindi stasera mi ha chiesto gentilmente di scrivervi un po' di notizie fresche dal Madagscar.

 

Sono Marco Imboccioli, 18 anni di Creazzo, al mio rientro dal Madagascar inizierò il primo anno di università a Venezia e da anni sognavo di venire in Madagscar. Finalmente quest'estate io e miei genitori siamo partiti per un mese di esperienza, la chiamo proprio 'esperienza' perchè non è vacanza! qui si scopre, si vedono realtà nuove, ci si aiuta e non si smette mai di imparare qualcosa.

 

Dopo qualche giorno di giro turistico nella capitale Antananarivo abbiamo trascorso 15 meravigliosi giorni alla parrocchia di Abele e domani partiamo in taxi brousse per l'isola di Nosy Be!

 

Qui alla parrocchia si possono vivere e vedere realmente le necessità di questo quartiere molto povero. Tuttavia di fronte a questa situazione la costruzione della nostra scuola da' una speranza a queste persone e da' l'impressione che piano piano, mora mora, qualcosa inizi a muoversi, a diventare realtà.

I lavori di costruzione della biblioteca e degli uffici proseguono bene e la scuola media è pronta per accogliere tanti studenti per un nuovo entusiasmante anno scolastico! A questo proposito ho aiutato Abele nelle realizzazione di 500 pagelle, 1200 libretti (carnet de correspondance): 500 per il nostro istituto e i restanti per altre scuole che abbiamo aiutato. Mio papà ha contribuito facendo dei piccoli lavoretti di manutenzione qui alla parrocchia che non mancano mai! La mamma, invece, ottima cuoca, ha preso le veci della perpetua che queste due ultime settimane era in ferie. Quando non ero impegnato nella fabbricazione di libretti passavo le mie giornate a giocare con i bambini del quartiere, un modo molto diretto per entrare in contatto con le persone del posto.

 

La prima domenica Abele ha organizzato una messa per gli anniversari delle coppie con lo scopo di festeggiare il 25esimo anniversario di matrimonio dei miei genitori: è stata una celebrazione molto ricca e per noi totalmente nuova.

A seguire c'è stato un delizioso pranzo comunitario accompagnato da balli e canti che hanno reso la giornata ancor più indimenticabile!

La comunità è stata molto gentile con noi e tutti ci hanno accolto calorosamente, a partire da Don Abele e Don Giuseppe che ci hanno ospitato nella loro canonica come parte integrante della loro famiglia, formata da ricchi pranzi e sontuose cene, risate in abbondanza e chiacchierate in compagnia.

 

Milioni, forse miliardi di persone si sono chieste e ancora si chiedono cosa sia la felicità. Per me la felicità è arrivare al termine della giornata, steso sul letto, occhi incollati al soffitto, stanco ma felice, ripensando a tutte le cose che mi sono successe durante la giornata, un bilancio generale insomma. E qui in Madagscar mi sento ricco, felice di aver scoperto la povertà, la carità, la comunità, la solidarietà, la forza di queste persone pronte a rimboccarsi le maniche per un futuro migliore.

E di fronte a tutto questo non si può rimanere indifferenti, è una realtà che mi ha toccato profondamente e mi ha fatto riflettere molto anche sul mio stile di vita.

Si dice che non siano le persone a fare i viaggi, ma i viaggi a fare le persone. E questo viaggio mi ha formato molto, mi ha plasmato. E al mio rientro in Italia voglio portare la mia esperienza all’orecchio di tutti, per sensibilizzare realtà di questo tipo che troppo spesso vengono ignorate.

 

Auguro a tutti voi di fare esperienze di questo tipo nella vostra vita, ne vale davvero la pena.

 

Un caloroso abbraccio malgascio,

Marco